Congressi:
Vai
I quadri patologici placentari e cerebrali nel danno neurologico feto-neonatale, aspetti anatomo-clinici
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 7
Abstract Central nervous system (CNS), both during gestation and at delivery, is susceptible for a large spectrum of acquired lesions with various etiopathogenetic mechanisms. Some pathologies of the placenta, of its implantation site and of the umbilical cord may be involved in the development of feto-neonatal neurologic damage. However, the role of these organs still remains unclear, because of the lack of definitive data about the etiopathogenesis and the clinical implications of these lesions.
A systematic evaluation of the placenta in the case of feto-neonatal neurologic damage is of critical importance for assessing if the development was acute or chronic, if the lesion was related to anoxia or hypoxia during labour or caused by labour and finally, but rarely feasible, if an intervention on the mother or the fetus may have prevented the onset of the damage.
Recent data showed that the so named “perinatal asphyxia” may be related to a large number of conditions, such as sepsis, bacterial meningitis, viral and metabolic encephalopathies, anaesthesia, neuro-muscular diseases. Furthermore, different inflammatory conditions (chorioamniositis without contamination of the amniotic fluid, endoamniotic infections, autoimmunologic vasculitis) may lead to severe CNS damages, so as benign neoplastic lesions (chorioangioma) or placental developmental alterations.
In this manuscript we analyzed the main CNS and vascular placental lesions, in the attempt to provide more informations for the anatomo-clinical knowledge of the feto-neonatal neurologic pathology.
Riassunto Il sistema nervoso centrale (SNC), durante la vita intrauterina, nel corso del travaglio/parto o nel periodo neonatale, può incorrere in numerose lesioni acquisite che riconoscono molteplici eziopatogenesi. Alcune patologie della placenta, della sede di impianto placentare e del cordone ombelicale possono essere coinvolte nella determinazione del danno neurologico feto-neonatale.
La comprensione del ruolo svolto dalla placenta e dai suoi annessi nei singoli casi di danno neurologico feto-neonatale non è sempre agevole, poiché ancora oggi le lesioni placentari non sono definite in modo univoco e non sempre è chiara la loro eziopatogenesi ed il loro significato clinico.
Tuttavia, l’attenta indagine della placenta e lo studio delle relazioni tra le sue patologie e le caratteristiche anatomiche e cliniche del danno neurologico appaiono essere tra gli elementi di maggiore significato per definire se la patologia del SNC derivi da una condizione acuta o cronica, da uno stato di anossia/ipossia insorta durante e/o a causa del travaglio di parto e se questo danno si sarebbe potuto evitare curando la madre o il feto.
I più recenti dati scientifici indicano, invece, che la clinica della cosiddetta “asfissia perinatale” non è specifica ma può essere mimata da diverse condizioni, come sepsi o meningite batterica, encefaliti virali, malformazioni congenite del SNC, anestesia o analgesia, encefalopatia metabolica, malattie neuromuscolari, traumi connatali. Inoltre, benché l’esatto spettro dell’eziopatogenesi delle lesioni ischemiche ed emorragiche dell’encefalo e del midollo spinale risulti ancora incompleto, appare sempre più evidente che diverse condizioni flogistiche (corioamniositi senza passaggio di agenti infettivi nel liquido amniotico, infezioni endoamniotiche, malattie autoimmuni materne capaci di dare vasculiti nei circoli ematici placentari) possono portare a gravi danni del SNC, al pari di alterazioni neoplastiche benigne (per es. corioangioma) o alterazioni di sviluppo della placenta e dei suoi annessi.
Nei successivi paragrafi si tracceranno alcuni cenni ed alcune considerazioni sulle principali lesioni del SNC e dei sistemi vascolari placentari e sulle loro reciproche correlazioni, confidando che siano di stimolo all’approfondimento di queste tematiche ed alla discussione anatomo-clinica.