Congressi:
Vai
La terapia dell’osteoporosi con farmaci anabolizzanti
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 5-6
Abstract The therapy for osteoporosis aims to reduce the incidence of fractures, which can be possible through the inhibition of the mechanism of bone reabsorption. Anyway, because the osteoclasts are not the only cells involved, the employment of an anabolic therapy, which can stmulate osteoblasts, seems to be interesting .
Fluoride is annexed to the hydroxyapatite crystals and stimulates the bone formation; to prevent collateral effects, particularly microfractures and gastrointestinal deseases, it is necessary to take low quantity and to associate calcium and vitamin D which let mineralization.
Theriparatide,fragment 1-34 of PTH, stimulates bone formation strenghtening the trabecular and cortical structure and reduces the risk of fracture.
The Ranelate of strontium belongs an anabolic and an anticatabolic effect, stimulates the proliferation of osteoblasts, links to a calcium responsive receptor and regulates intracellular activities; some clinical trials have demonstrated a reduction of vertebral and femural fractures.
The GH promotes bone longitudinal growth and the achievement of the peak of bone mass; it acts through IGF1 that circulates linked to proteins and stimulates bone synthesis and mineralization; besides it has an inhibitory effect on the osteoclasts and promotes calcium reabsorption.
GH’s value are reduced in osteoporotic patients but its usefulness is again uncertain.
Riassunto L’obiettivo prioritario della terapia dell’osteoporosi è di ridurre l’incidenza delle fratture: ciò può essere ottenuto anche stimolando l’attività degli osteoblasti.
Il Floruro stimola certamente la neoformazione ossea, ma non ne è stato dimostrato l’effetto antifratturativo. Per evitare gli effetti collaterali, principalmente microfratture e irritazione gastrointestinale, è opportuno non assumerne dosaggi superiori ai 60 mg e associare l’assunzione di calcio e vitamina D che favoriscono il processo di mineralizzazione.
Il Teriparatide, frammento 1-34 del Paratormone, stimola la neoformazione di osso con significativo miglioramento della struttura ossea, sia trabecolare che corticale, e riduce notevolmente il rischio di frattura.
Il Ranelato di stronzio esercita sia un effetto sia anabolico che anticatabolico in quanto stimola l’attività e la replicazione degli osteoblasti e contemporaneamente inibisce l’attività osteoclastica, presentando inoltre un significativo effetto antifratturativo.
Il GH favorisce l’accrescimento longitudinale dell’osso e il raggiungimento del picco di massa ossea; agisce mediante l’IGF1, che determina: un’attiva neosintesi con mineralizzazione, un effetto inibitorio sugli osteoclasti e un maggiore assorbimento intestinale di calcio. I valori di GH ridotti nei soggetti osteoporotici, si correlano con la ridotta densità di massa ossea. L’efficacia di tale terapia è ancora in fase di studio.