Congressi:
Vai
Terapia con bisfosfonati
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 5-6
Abstract Bisphosphonates are potent inhibitors of bone turnover and they are largely utilized for the treatment of post-menopausal osteoporosis.
Alendronate and risedronate increase bone mineral density and reduce the risk of all osteoporotic fractures (vertebral, hip and wrist). Recent data have shown the long-term efficacy and the safety on of these oral bisphosphonates (7 years for risedronate, 10 years for alendronate).
Bisphosphonates are characterized by poor absorption and can cause esophageal irritation when taken orally. Others bisphosphonates (such as ibandronate, zoledronate, neridronate still under development for the treatment of osteoporosis), can administred not only orally but also i.v. The i.v. administration can cause a flu-like syndrome assimilated to acute phase response for 1-2 days.
Parole Chiave:
BisfosfonatiOsteoporosiFratture.
Riassunto I bisfosfonati sono potenti inibitori del turnover osseo e vengono diffusamente utilizzati per il trattamento dell’osteoporosi post-menopausale.
Alendronato e risedronato aumentano la densità ossea e riducono il rischio di tutte le fratture osteoporotiche (vertebrali, femorali e di polso). Dati recenti hanno mostrato l’efficacia e la sicurezza di questi farmaci anche nel lungo termine (7 anni per risedronato, 10 anni per alendronato).
I bisfosfonati quando assunti per via orale hanno uno scarso assorbimento e possono causare irritazione esofagea. Altri bisfosfonati (come ibandronato, zoledronato, neridronato, ancora in fase di sviluppo per il trattamento dell’osteoporosi) possono essere somministrati anche per via i.v. La somministrazione i.v. può determinare la comparsa di una sintomatologia simil influenzale (risposta di fase acuta) per 1-2 giorni.