Congressi:
Vai
Osteoporosi e iperparatiroidismo
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 5-6
Abstract Primitive hyperparathyroidism is a relatively common endocrinological disease, it is characterized by an excessive and uncontrolled production of parathormone by the parathyroids (1). The main actions of PTH on bone is to enhance osteoclastic activity and consequently increase bone and kidney calcium reabsorption. Moreover, PTH exerts indirect effects on bowel calcium absorption, all these effects are responsible for the development of hypercalcemia.
Today primitive hyperparathyroidism is the third most frequent endocrinological disease after diabetes mellitus and thyroid diseases. The incidence of primitive hyperparathyroidism is 21cases/100000/year, while the prevalence is variable between 0,3-0,5% in general population and 1-3% in postmenopausal women, with a women/men ratio of 3-4:1.
Riassunto L’iperparatiroidismo primitivo è una malattia endocrina relativamente frequente, caratterizzata da un’eccessiva e parzialmente incontrollata secrezione di paratormone da parte di una o più paratiroidi iperfunzionanti. Le principali azioni del PTH si verificano a livello dell’osso con aumento dell’attività osteoclastica e conseguente riassorbimento osseo e a livello renale con aumento del riassorbimento di calcio nel glomerulo. Entrambe queste azioni, associate ad un effetto indiretto del paratormone sull’aumento dell’assorbimento intestinale di calcio, sono responsabili dell’ipercalcemia.
Da malattia estremamente rara, diagnosticata solo in caso di grave compromissione ossea o renale, l’iperparatiroidismo primitivo è divenuto la terza malattia endocrina più frequentemente diagnosticata, dopo il diabete e le tireopatie. L’incidenza della malattia è pari a circa 21 nuovi casi/100000/anno mentre la prevalenza varia dallo 0,3-0,5% della popolazione generale all’1-3% nella sottopopolazione delle donne in postmenopausa, con un rapporto donne-uomini di 3-4:1.