Congressi:
Vai
Management del prolasso degli organi pelvici nella giovane donna
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 35
Abstract Prolapse of pelvic organs is a common gynecological problem with a multifactorial etiology. Although it typically occurs in menopausal age, a growing number of childbearing age women undergoings pelvic surgery to correct this problem. The management of prolapse in younger women represents a challenge for reconstructive pelvic surgery. In fact, in young patients, besides prolapse correcting, surgical purposes include preservation of sexual function and fertility preservation. Unfortunately most of reconstructive procedures are designed for old women and these objectives are often not considered. Although demand for reconstructive surgery for genitourinary prolapse repair is increasing, literature about this topic is insufficient to assist physicians in choosing of the most appropriate procedure. Currently the choice is influenced by the preference of the patient and the surgeon's skills.
Riassunto Il prolasso degli organi pelvici è un problema ginecologico molto comune, a eziopatogenesi multifattoriale. Sebbene si tratti di una patologia molto più frequente in menopausa, un numero crescente di donne in età fertile si sottopone a chirurgia pelvica per correggere questo problema. La gestione del prolasso nella giovane donna rappresenta una sfida per la chirurgia ricostruttiva pelvica. Infatti nelle pazienti più giovani, oltre a correggere il prolasso, gli obiettivi chirurgici includono la conservazione della funzione sessuale ed il mantenimento della fertilità. Purtroppo la maggior parte delle procedure ricostruttive sono progettate per donne più anziane, in cui spesso non si tiene conto di questi obiettivi. Anche se la richiesta di chirurgia ricostruttiva nella riparazione del prolasso genitourinario è in aumento, la letteratura su questo argomento è insufficiente per aiutare i medici nella scelta della procedura più idonea. Al momento la scelta è influenzata dalla preferenza della paziente e dalle competenze del chirurgo.