Congressi:
Vai
Modifica temporale della linea d’azione del partogramma e sua ricaduta sugli interventi ostetrici in fase attiva di travaglio
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 29
Abstract The partogram is a pictorial representation of the progress of labor, used in an effort to enhance early recognition of abnormal labor and to alert midwives and obstetricians. The objective of the present study was to analyze the types of delivery and the use of obstetrical interventions (epidural analgesia, oxytocin administration, instrumental deliveries) in according to zones I, II and III of the partogram in two Groups A and B, different for an action line 2 and 3 hours to the right of the alert line. There was no evidence of any difference in term of types of delivery. We observed an increased administered of epidural analgesia (308 vs 973), while oxytocin administration and instrumental deliveries appeared similar into two groups. An interesting result is the reduction of cesarean section in the Group B for cervical dystocia. Our data suggest that an action line 3 hours to the right of the alert line is recommended during labor progression.
Riassunto Il partogramma rappresenta la graficazione dell’andamento del travaglio di parto, impiegato al fine di riconoscere precocemente anomalie dello stesso, allertando ostetriche e ginecologi. L’obiettivo del presente studio è quello di analizzare le differenti modalità di parto e il ricorso ad interventi ostetrici (analgesia epidurale, perfusione ossitocina e parto operativo vaginale) nelle tre fasi del travaglio in due Gruppi di studio A e B, caratterizzati dalla linea d’azione posta a 2 e 3 ore da quella di attenzione. Non sono state rilevate differenze significative tra i due gruppi sulla modalità di parto. E’ stato riportato un incremento della somministrazione di analgesia epidurale (308 vs 973), mentre il ricorso alla perfusione ossitocica e al parto operativo vaginale è apparso similare tra i due gruppi. Un risultato interessante è emerso dall’analisi delle indicazioni al taglio cesareo: nel Gruppo B si è osservata una riduzione di tagli cesarei espletati per distocia cervicale. I dati ottenuti suggeriscono che un intervallo temporale di 3 ore tra la linea d’attenzione e quella d’azione è raccomandata.