Congressi:
Vai
Primo accesso in chirurgia laparoscopica
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 28
Abstract The peritoneal access remains the gravest concern for the laparoscopic surgeon and continues to be a leading cause of complication during laparoscopic surgery. Choosing the best method of peritoneal access depends on the patient’s phenotype and clinical history. Since no single methods is completely adaptable for all patients, the surgeon must be knowledgeable about alternative methods and be able to execute them technically. The aim of the manuscript is to provide clinical direction on laparoscopic entry techniques and technologies and their associated complications. The laparoscopic surgeon must be mindful that most life-threatening surgical accidents to the bowel as well as to retroperitoneal vessels occur during insertion of the Veress needle and primary cannula. We analize the different laparoscopic entry techniques and technologies including the classic pneumoperitoneum (Veress/trocar), the open (Hasson), the direct trocar insertion, the use of disposable shielded trocars, radially expanding trocars, and visual entry systems.
Parole Chiave:
LaparoscopiaAccesso peritoneale.
Riassunto L’introduzione degli strumenti in addome rappresenta una sfida per il chirurgo laparoscopista in quanto associata a una serie di complicanze più o meno gravi, tra cui lesioni dell’apparato gastrointestinale e dei vasi retroperitoneali. È fondamentale che il chirurgo tenga bene a mente che buona parte degli insulti intestinali e vascolari sono causati al momento l’inserimento dell’ago di Veress o del primo trocar in addome pertanto, uno dei presupposti fondamentali per la buona riuscita dell’intervento è una scrupolosa valutazione preoperatoria della paziente, analizzando il fenotipo, il BMI e la presenza di eventuali cicatrici addominali. In considerazione del fatto che non esiste un accesso peritoneale preferibile in assoluto rispetto ad altri, il chirurgo laparoscopista dovrebbe conoscere tecnicamente qualsiasi tipo di accesso e scegliere al momento dell’intervento la tecnica più appropriata. Il manoscritto offre pertanto una trattazione sistematica di tutte le modalità di accesso peritoneale con particolare riguardo alla tecnica e allo strumentario necessario.