Congressi:
Vai
Effetti del Papillomavirus genitale sulla riproduzione umana
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 24
Abstract Human papillomaviruses (HPVs) are agents of the most common sexually transmitted disease that can infect both females and males. More than 100 HPV-genotypes are known, of these, 40 genotypes infect the low genital tract. Based on their association with cervical cancer and precursor lesions, genital HPVs can also be grouped to high-risk and low-risk HPV-types. Diagnosis of HPV infection is sometime difficult because the infection is often transient and asymptomatic. High-risk HPV types are more likely to persist than are low-risk HPV types. It’s the inability of the immune system to spontaneously clear HPV that leads to development of precancerous cervical lesions.
It is generally assumed that sexually transmitted disease are a major cause of infertility but currently little is known as to the link or the influence of HPV on fertility, especially those patients who manifest a latent form. In males, HPV-DNA and –RNA have been also found in seminal fluid. Several studies have frequently shown the association of HPV infection with an alteration of sperm parameters, in particular with a reduced sperm motility ; however, no direct relationship with male fertility has been demonstrated even if the impairment of sperm parameters could suggest caution in the use of these cells for assisted reproduction techniques or sperm banking.
Riassunto I papillomavirus umani (HPV) sono gli agenti eziologici della patologia sessualmente trasmessa più diffusa sia tra le donne che tra gli uomini. Si conoscono più di 100 genotipi virali, di cui circa 40 infettano il basso tratto genitale. In relazione al loro potenziale di evoluzione neoplastica, gli HPV genitali sono stati suddivisi in due gruppi denominati a “basso rischio” e ad “alto rischio”. La diagnosi dell’ infezione da HPV è talvolta difficile poichè spesso transitoria e asintomatica. I genotipi virali ad alto rischio sono più persistenti nel tempo rispetto agli HPV a basso rischio. Un fattore determinante per lo sviluppo delle lesioni cervicali precancerose è l’ incapacità del sistema immunitario ad eliminare spontaneamente l’ HPV.
E’ ormai assodato che le patologie sessualmente trasmesse costituiscono una importante causa di sterilità ma poco si conosce riguardo il legame ovvero l’ influenza del virus HPV sulla sterilità, in particolare di quelle pazienti con una infezione in forma latente. Nell’ uomo, la presenza di HPV-DNA ed RNA è stata riscontrata anche a livello di liquido seminale. Diversi studi hanno spesso associato l’ infezione da HPV all’ alterazione dei parametri seminali, in particolar modo alla riduzione della motilità degli spermatozoi; comunque nessuna relazione diretta con la fertilità maschile è stata ad oggi dimostrata anche se sarebbe consigliabile una maggiore attenzione nell’ uso di queste cellule quando finalizzato a tecniche di riproduzione assistita o a banca del seme.