Congressi:
Vai
Malattie infiammatorie croniche intestinali e gravidanza
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 18
Abstract Inflammatory bowel diseases affect young fertile women. The etiology is unknown and the presentation of the disease is characterized by phases of activity and quiescence.
Chronic ulcerative colitis affects colon and rectum and is associated to bowel hemorrage, diarrhoea and anemia. Crohn’s disease affects the whole gastro intestinal tract with adominal pain, diarrhoea and weight loss. Obstruction, fistulae, and abscesses are complications of the disease.
Although the major risk factor is familiarity, the background of those diseases is the imbalance between pro- and anti- inflammatory factors:TNF-alpha and proinflammatory cytokines are overexpressed.
Fertility is preserved for colitis while it is slightly reduced for Crohn’s disease and for women with ileo-anal pouch.
Women with active disease at conception are at increased risk for miscarriage, abdominal symptoms, reacutization, low birthweight, small for gestational age babies, preterm birth, congenital malformations.
The indications for surgery are the same as for non –pregnant women.
Inactive disease or ileo-anal pouch do not contraindicate vaginal delivery, whilst active colitis or fistulae do. Steroids, 5-ASA, 6MP/AZA , Infliximab may be used in pregnancy, whereas Methotrexate and Talidomide are contraindicated. In conclusion, patients affected by inflammatory bowel diseases, overall, have a pregnancy expectation similar to unaffected women, especially if conception occurs during an inactive stage.
Riassunto Le malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI) colpiscono soprattutto donne in età fertile, le cause sono sconosciute ed il decorso è caratterizzato da fasi di attività e remissione.
La rettocolite ulcerosa è un'infiammazione cronica della mucosa del colon e del retto. Si associa a perdita di sangue commisto a feci e muco, diarrea ed anemizzazione.
Il Morbo di Crohn interessa tutto il tratto gastrointestinale infiltrando la parete a tutto spessore con dolore addominale, diarrea, inappetenza e calo ponderale. Le complicanze sono stenosi, fistole, ascessi e malattia perianale.
Sebbene il fattore di rischio principale sia una storia familiare positiva, alla base della malattia c’è la rottura dell’equilibrio tra fattori pro ed anti-infiammatori: il TNF-alfa e le citochine proinfiammatorie sono iperespresse .
La fertilità sembra essere conservata per la Colite, lievemente ridotta per il Morbo di Crohn e per donne con pouch ileo-anale.
Donne con malattia attiva al concepimento hanno un maggiore rischio di aborti spontanei, sintomi persistenti, recidive, basso peso neonatale, SGA, parto pretermine, malformazioni congenite.
Le indicazioni per la chirurgia sono le stesse che per le donne non gravide.
La malattia inattiva o la pouch ileo-anale non controindica il parto vaginale come invece la colite attiva o fistole perirettali o rettovaginali. Farmaci sicuri durante la gravidanza sono: 5-ASA, steroidi , 6MP/AZA , Infliximab. Controindicati: Metotrexato e Talidomide. In conclusione, le pazienti portatrici di MICI presentano nel complesso un’aspettativa riguardo alla gravidanza e alla prole simile alla popolazione generale particolarmente se il concepimento avviene in fase inattiva della malattia.