Congressi:
Vai
L'isterectomia complementare nella correzione dei disturbi uro-ginecologici
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 11
Abstract Contemporary hysterectomy during pelvic organ prolapse repair is not always mandatory: expecially sexual impairment must be taken into account. Recent developments of surgery with the use of meshes reduce the incidence of recurrence , but lead to frequent vaginal erosions, whose incidence is reduced without hysterectomy.
Riassunto L’isterectomia complementare non è sempre necessaria nella riparazione dei difetti del pavimento pelvico, e le sue conseguenze sulla sessualità femminile possono essere molto negative.
I recenti sviluppi della chirurgia hanno portanto all’uso estensivo delle reti, che riducono l’incidenza di recidive, ma comportano frequentemente erosioni vaginali, che risultano invece ridotte con la conservazione dell’utero.