Congressi:
Vai
Il sistema immunitario in gravidanza : modificazioni, adattamenti e risposte patologiche
Pubblicato su:
La Rivista Italiana di Ostetricia e Ginecologia n. 10
Abstract During pregnancy a complex immunological and bi-directional interplay is generated to allow the survival and the normal growth of the fetus, which represents a semi-allogenic foreign tissue. In physiological conditions hormones and cytokines provide a favourable milieu at feto-maternal interface which induce an active tolerance status of the maternal immune system versus the fetal tissues. Many different mechanisms acting locally or at distance ensure tolerance of the fetus by the maternal adaptive and innate immune system. At the feto-maternal interface a wide spectrum of soluble and surface molecules is involved in homing, activation and functional switching of immuno-competent maternal cells. HLA-G and HLA-E expression on the trophoblast, modifications in the decidual cellular population, the switch Th1-Th2 and many other factors contribute to ensure this equilibrium. Perturbations of this immunologic balance may underlie some kind of pregnancy failure such as pre-eclampsia and recurrent abortion.
Riassunto Per garantire il successo della gravidanza, fin dalle prime fasi dell’impianto, il sistema immunitario materno e le strutture embrionali subiscono importanti modificazioni ed adattamenti che determinano l’instaurarsi di uno stato di tolleranza della madre verso il feto, che si protrae per tutta la gestazione. Si tratta di un processo attivo che comporta profonde modificazioni delle popolazioni cellulari immunocompetenti della madre soprattutto a livello dell’interfaccia materno-fetale, regolate prevalentemente dal clima ormonale e citochinico. A livello materno si realizza una polarizzazione in senso Th2 delle cellule immunocompetenti ed una modulazione in senso immunosoppressivo che impedisce l’attacco immunitario nei confronti dei tessuti embrionali. Anche il trofoblasto adotta strategie che contribuiscono a mantenere uno stato di immunosoppressione locale. Oltre all’espressione di molecole che regolano i fenomeni apoptotici nelle fasi di placentazione ed al ruolo di vari mediatori che favoriscono lo sviluppo embrionale, uno dei principali meccanismi per la sopravvivenza del trofoblasto consiste nella assenza, sulla sua superficie, di molecole HLA di classe I e nell’espressione di molecole HLA “non classiche” (HLA-G e HLA-E) che svolgono un’azione inibitoria nei confronti del sistema immunitario materno. Perturbazioni di questo raffinato e complesso sistema possono rappresentare una potenziale causa di poliabortività ricorrente e pre-eclampsia.